Guadagnucci, museo accessibile. Ecco cinque video-pillole in LIS

Opere di Gigi Guadagnucci con la scritta LOVE nel linguaggio dei segni

Il Museo Gigi Guadagnucci sempre più aperto alla fruizione da parte di tutti i pubblici.
Oltre alla piena accessibilità architettonica della struttura si aggiungono diverse attività e strumenti di mediazione culturale che ampliano l’offerta di visita.
Il percorso espositivo è accessibile a ciechi e ipovedenti che usufruiscono di didascalie in Braille o a caratteri ingranditi, alle persone con demenza a cui sono riservati incontri specifici, alle persone con sindrome dello spettro autistico cui è dedicato un percorso laboratoriale e una storia sociale scaricabile dal sito web, alle persone sorde.
Per quest’ultime sono state organizzate delle visite guidate con traduzione in LIS (Lingua italiana dei segni) e, da ultimo, una serie di contenuti di approfondimento in video che verranno pubblicati con cadenza settimanale e resteranno a disposizione del pubblico sul sito web del museo.
Il nostro Museo - dichiara l’assessore alla Cultura Nadia Marnica - è sempre più proiettato all’accoglienza e alla divulgazione dell’arte a tutti i pubblici, bambini, studenti, anziani, persone fragili in un dialogo continuo con la cittadinanza”
Musei Accessibili - Video-pillole in LIS è un progetto promosso dal Comune, curato dal Direttore del museo Cinzia Compalati e dal Dipartimento educativo in seno alla struttura. Interprete LIS è Elena Cipollitti che ha saputo rendere in gesti, segni ed espressioni, la ricchezza di informazioni e curiosità che si legano alla figura di Gigi Guadagnucci, alle sue preziose sculture e alla prestigiosa Villa Rinchiostra che ospita la collezione.
Cinque video di approfondimento offrono la guida del Direttore, l’interpretazione in LIS e la sottotitolazione: in una manciata di minuti ciascuno, toccano tutti gli aspetti della vicenda artistica di Guadagnucci e il linguaggio dei segni arricchisce e imprime forza espressiva al patrimonio culturale, in una soluzione piacevole e significativa per tutti.

Fonte: Ufficio stampa

Argomenti del sito: 
Data ultima modifica: 
Giovedì, 21 Aprile, 2022