Contratto per il Frigido: enti e associazioni si impegnano per la salvaguardia del fiume. Convegno alla Filanda sabato 28 maggio ore 10,30

manifesto convegno Contratto fiume Frigido

Sabato 28 Maggio dalle ore 10.30 presso l’ex filanda di Forno è in programma il convegno di presentazione cui seguirà la cerimonia formale della firma del ’Contratto di Fiume per il Frigido' con cui i sottoscrittori, enti, associazioni e privati cittadini, si impegnano a realizzare una serie di azioni concrete per la salvaguardia e la tutela ambientale e sociale del Frigido.
Lunedì 23 maggio in conferenza stampa in sala giunta a palazzo civico, il vicesindaco  Andrea Cella coi rappresentanti del comitato promotore  del Contratto per il Frigido, hanno spiegato obiettivi e finalità del progetto di cui il Comune è capofila e che nasce nel 2019 con l'adesione al bando regionale per la realizzazione di questi accordi che spingono all'adozione “ di un sistema di regole in cui i criteri di utilità pubblica, rendimento economico, valore sociale, sostenibilità ambientale intervengono in modo paritario nella ricerca di soluzioni efficaci per la riqualificazione di un bacino fluviale”.
I contratti di fiume sono strumenti  di programmazione strategica e negoziata che perseguono la tutela, la corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali unitamente alla salvaguardia dal rischio idraulico, contribuendo allo sviluppo locale. I soggetti che aderiscono definiscono un Programma d’Azione condiviso e si impegnano ad attuarlo attraverso la sottoscrizione di un accordo.
Oltre al Comune con gli assesorati guidati dal vicesindaco Andrea Cella per la delega alla valorizzazione della montagna e  Paolo Balloni per quello all'Ambiente, fra i promotori e primi contraenti del Contratto del Frigido, figurano: il parco delle Apuane, Consorzio 1 Toscana Nord, Gaia Spa, le associazioni Aquilegia Natura e Paesaggio Apuano, Rescue Team Salviamoli tutti, Cai sez. Massa, Apuania Frigido, Uisp grande età, Comunità interattive.

I principali assi strategici sui quali interviene il Contratto sono: la valorizzazione e la fruizione del paesaggio, l'economia sostenibile del territorio, la qualità delle acque e dell'ecosistema fluviale, la riduzione del rischio idraulico, la conoscenza, l'educazione e la sensibilizzazione su tutti questi temi. L'impegno richiesto sarà di non considerare questi temi e queste azioni come separate tra loro ma di  adottare una visione integrata ed ecosistemica dei fenomeni e degli interventi.
Nel corso del convegno che si terrà sabato 28 maggio alla Filanda saranno presentati gli esiti del “Censimento lungo asta fluviale delle aree dismesse, di edifici e strutture industriali abbandonati, delle aree verdi di possibile esondazione“, incarico professionale finanziato dal progetto regionale “Verso un Contratto di Fiume per il Frigido“ per l’individuazione di potenziali aree da restituire al fiume nell’ottica di incrementarne i servizi ecosistemici. Un’altra delle azioni che saranno messe in pratica sono i “Laboratori di educazione ambientale ed esercitazioni di soccorso in acqua rivolti alle scuole e ai fruitori del fiume Frigido“ e il progetto “Controcorrente-Tutela del fiume Frigido e protagonismo giovanile“ finanziato da bando Cesvot “Siete presente. Con i giovani per ripartire“.
Il primo Programma d’Azione per il Frigido comprende ben 32 interventi principali sui quali, nei prossimi tre anni, proseguiranno le attività di co-progettazione e co-attuazione tra i contraenti.

Fra i rappresentanti dei soggetti promotori presenti in conferenza stampa, tutti hanno espresso soddisfazione per l'accordo raggiunto. Fra questi:la vicepresidente Gaia Michela Consicgli con l'ingegner Esther Della Santa, Andrea Ribolini di Aquilegia, Mirco Gostinelli e Cristina Penaglia di Rescue team, Massimo Bonati dell'ufficio politiche comunitarie del Comune e Stefania Gatti dell’associazione Comunità Interattive

Fonte: D.L. Ufficio stampa

*** In allegato, il programma del convegno di sabato 28 maggio alla Filanda

 

Argomenti del sito: 
Data ultima modifica: 
Martedì, 24 Maggio, 2022